Diventare uno Chef: consigli utili per trasformare la tua passione in un lavoro

Il lavoro dello chef è sicuramente un lavoro difficile, diverso da quello che fanno vedere nei tanti programmi televisivi che dedicano molto spazio alle ricette.

Non basta sapere come cucinare: bisogna acquisire una serie di capacità tecniche, richiede una conoscenza approfondita della materia prima e soprattutto come tenere a bada lo stress del lavoro di brigata. Oltre all’amore e al rispetto per le materie prime, è importante rimboccarsi le maniche, essere decisivi, affidabili, credere in te stesso e ascoltare con curiosità i colleghi più esperti. Onestà, la pulizia e il rispetto per gli altri sono abilità che devono andare di pari passo con le tecniche.

Lo chef deve avere piena conoscenza di ciò che accade nella “sua” cucina: dalla selezione del cibo alla creazione e creazione di piatti, coordinando tutto il lavoro della brigata. In effetti, per fare questo lavoro, sono richieste grandi capacità gestionali e relazionali, per relazionarsi con tutto il personale dietro le quinte e con i clienti nella stanza, di organizzazione e pazienza.

Altre qualità fondamentali sono il senso estetico, la creatività, la curiosità e l’umiltà di ascoltare, soprattutto durante il disordine.

Una delle migliori esperienze che puoi fare è lavorare in una cucina importante per almeno un giorno per capire veramente quanto sei disposto a sacrificare per questa passione. Per raggiungere obiettivi importanti, è necessario stabilire nuovi traguardi ogni giorno e non essere mai soddisfatti delle competenze già acquisite. Chi si sente rapido, reattivo, intelligente e disposto a ricevere critiche, soprattutto all’inizio, dovrà mettersi alla prova per decidere se è giunto il momento di fare un passo avanti.

Che corso di cucina seguire seguire per diventare uno chef?

L’Istituto Alberghiero consente di ottenere, dopo i primi tre anni di assistenza, una qualifica come operatore di cucina, servizi di camera e bar o un operatore di reception. Concludendo il periodo di due anni che segue, riceverai il diploma di Tecnico dei Servizi di Ristorazione, che può essere speso immediatamente nel mercato del lavoro, ma per coloro che sognano di diventare chef importanti, la strada è ancora lunga.

Quanto guadagna un cuoco?

All’inizio, i salari potrebbero non essere molto alti, ma lo chef è uno dei personaggi più ricercati nel campo della ristorazione e del turismo, oltre che nelle crociere. La cultura dei media influenza notevolmente questo settore e la ricerca di chef da inserire in hotel e ristoranti è in costante crescita.

Va anche considerato che il numero di persone che compongono una brigata in cucina è elevato, specialmente nelle grandi aziende. La salita inizierà con il solito timone, ma se riesci a mostrare ispirazione e dedizione, non esclude grandi soddisfazioni.

Uno chef guadagna da 3 mila a 7 mila euro al mese mentre un secondo chef da 2 mila a 3 mila. Le cifre cambiano se parliamo di chef stellati che arrivano a percepire cifre astronomiche.

Booking.com