Uber vuole scalare il mercato della mobilità: dal car-sharing ai biglietti del treno

Uber sta cercando di essere virtualmente un’app di shopping per i trasporti, dicendo che aggiungerà nuovi servizi, inclusi car-sharing e biglietti del treno.

“Stiamo andando oltre le auto. Stiamo parlando di mobilità, rendendo la mobilità disponibile a tutti, ovunque “, ha detto il direttore generale Uber Dara Khosrowshahi in un forum di mercoledì a Washington. “Vogliamo essere parte della soluzione.”

Uber ha anche annunciato una partnership con Masabi, che offre servizi di biglietteria mobile per il trasporto pubblico, per consentire ai clienti di prenotare e utilizzare i biglietti per i servizi di treno, autobus e traghetto nell’app.

Uber sta inoltre espandendo Uber Bike da JUMP a Washington, DC, dopo il suo lancio a San Francisco all’inizio di quest’anno, e nuovi sforzi per promuovere il car sharing.

Uber promette di lavorare con le città degli Stati Uniti, che secondo Khosrowshahi vedranno aumentare la percentuale della popolazione del paese. A volte la compagnia ha avuto un rapporto conflittuale con alcune grandi città.

“Questo includerà le biciclette e includerà autobus e metropolitane, ecc. E vogliamo essere parte della soluzione”, ha detto, aggiungendo che Uber sta condividendo più dati con le città per aiutarli a gestire la congestione.

Andando avanti, Uber sarà sempre meno un semplice servizio di prenotazione auto, ma permetterà ai suoi utenti di spostarsi “dal Punto A al Punto B nel migliore dei modi” con una varietà di opzioni diverse, ha detto il DG.

Una grande sfida, ha aggiunto, è il futuro degli 1,2 miliardi di veicoli del mondo. “Dobbiamo risolvere il problema della proprietà delle automobili”, ha detto Khosrowshahi.

“Come tipologia di investimento, le macchine sono molto inefficienti”, ha aggiunto, sottolineando che il 95% delle volte le macchine rimangono inutilizzate. “Dobbiamo lavorare insieme per assicurarci che vivere in una città … non richieda di possedere un’auto”.

Booking.com