DIS-occupazione

ITALIA, TERZO POSTO IN EUROPA PER DISOCCUPAZIONE

La disoccupazione in italia e’ arrivata al 10,2%, uno dei numeri più alti in Europa. A superare l’italia su questo punto sono solo la Spagna e la Grecia i quali hanno come risultati 13,8% e 18,5%. Mentre ad avere i dati più bassi per la disoccupazione in Europa sono la Repubblica ceca e la Germania che non superano il 3%. L’italia e’ rimasta stabile rispetto a Marzo ma ha subito un calo dello 0,7% rispetto all’Aprile del 2018, nonostante il calo la disoccupazione rimane alta ed un grosso problema per l’Italia. La situazione della disoccupazione giovanile non e’ tanto diversa da quella generale, per la quale l’italia ha raggiunto un numero preoccupante, cioè il 31,4%. La Spagna e la Grecia restano sempre le uniche due a superare il tasso di disoccupazione giovanile raggiunto dall’Italia, con i tassi equivalenti al 32,7% ed il 38,8% della Grecia.

La disoccupazione di gente fra i 15 e 24 anni ed il suo tasso sono risaliti  dal 30,2 per cento di marzo al 31,4 per cento. L’unico aspetto positivo di questa intera situazione e’ stato l’aumento dell’occupazione femminile, che e’ cresciuta dello 0,1 % rispetto a Marzo.

I DANNI DELLA DISOCCUPAZIONE

Quando si parla di disoccupazione e’ bene capire che si parla di individui che hanno intenzione e le capacità di lavorare ma che non riescono a trovare impiego, una volta capito questo e’ semplice capire quanto sia delicato questo argomento per il popolo italiano, il quale e’ sempre più frustrato ad ogni fascia di età, dai più giovani alla gente di mezza età.

Il tasso così alto di disoccupazione in Italia mette i cittadini a dura prova, sia dal punto di vista economico che psicologico e sociale. Dal punto di vista economico e’ chiaro il risultato che esso provoca, quello che però viene trascurato e’ il disturbo psicologico che emerge tra i cittadini a causa di questo fenomeno, ovvero un senso di inferiorità, di incapevolezza e quindi frustrazione, bassa autostima e zero orgoglio, tutte cose essenziali per l’esistenza di un essere umano e soprattutto per una qualità di vita buona.

TANTI I GIOVANI ITALIANI CHE EMIGRANO ALL’ESTERO

Sono 114 mila le persone italiane che se ne sono andate all’estero nel 2016.

Tra questi aumenta sempre di più il numero dei giovani italiani che oggi se ne va , a causa della crisi economica e  dell’altissimo tasso di disoccupazione. Oltre ad aumentare il numero dei giovani che emigrano aumenta anche il numero di quelli come loro che hanno un livello alto di istruzione, solo nel 2016 su 114.000 italiani emigrati, 39.000 sono i diplomati e 34.000 invece i laureati.

La Redazione

 

You May Also Like

About the Author: Redazione