Napoli Calcio 1926. Il miglior calcio d’europa?

Il Napoli è tra le squadre che gioca il miglior calcio in Europa. Giorgio Ascarelli fu il primo presidente fondando nel lontano 1926 l’Associazione Calcio Napoli. Il primo allenatore fu William Garbutt.

In seguito la società del Calcio Napoli fu presieduta da Achille Lauro che rinforzò la rosa con l’acquisto di nuovi calciatori tra i quali Bruno Pesaola, Hasse Jeppson e Luís Vinício. Ma purtroppo non riuscì ad ottenere risultati in campionato.

Il Napoli andò in Serie B e il nuovo allenatore, Bruno Pesaola, riuscì a portare la squadra in serie A In quegli anni nello spogliatoio azzurro militarono i calciatori Dino Zoff, Antonio Juliano, Omar Sívori e José Altafini.

Da Clerici a Maradona

Ma dopo qualche anno la società del calcio Napoli fallì e fu rilevata da Corrado Ferlaino che ne divenne il presidente per parecchi anni. La squadra fu rinnovata con l’acquisto di calciatori come Sergio Clerici, Giuseppe Bruscolotti e Tarcisio Burgnich. Finalmente il Napoli si posizionò tra le prime squadre in classifica. Ma i veri successi arrivarono negli anni successivi. Fu un’escalation di successi sfiorando più di una volta il sogno scudetto che arrivò con l’acquisto del campione argentino Diego Armando Maradona dal Barcellona. All’epoca fu l’acquisto pagato per la cifra record di 15 miliardi di lire.

L’allenatore fu Ottavio Bianchi e furono acquistati giocatori per rinforzare la rosa della squadra: Bruno Giordano, Salvatore Bagni, Claudio Garella e Alessandro Renica. Finalmente nel 1987 i tifosi del Napoli realizzano il sogno con il primo scudetto.

La partenza di Maradona e la serie B

Ma non finisce qui perché nel 90’ il Napoli guidato da Alberto Bigon conquistò il secondo scudetto, cui fece seguito la vittoria della Supercoppa Italiana. La partenza di Maradona concluse il primo  ciclo di successi della storia del Napoli. Anni di storia e di successi unici che ancora oggi i napoletani ricordano con gioia per loro Diegao Armando Maradona resterà un mito, il re del calcio ribattezzato il ‘il pibe de oro’.

Negli anni successivi il Napoli andò in crisi retrocedendo in serie B. Alla crisi della squadra e dei risultati si aggiunse il fallimento della società salvata poi dall’imprenditore cinematografico Aurelio De Laurentiis che rilevò il titolo sportivo dalla curatela fallimentare del tribunale di Napoli. La squadra gestita dalla nuova società Napoli Soccer, riuscì ad ottenere la promozione in serie B con il mister Edoardo Reja. L’anno successivo, nel 2007, arrivò la promozione in Serie A. Gli allenatori che sono subentrati sono stati: l’ex CT della Nazionale Roberto Donadoni; Walter Mazzarri; Rafael Benítez. Quest’ultimo portò la squadra ad alti livelli in classifica e vinse la Supercoppa.

Oggi la squadra è guidata da Maurizio Sarri definito da molti il ‘maestro’. Ha raggiunto grandi risultati e con i suoi moduli il Napoli è la squadra che gioca il miglior calcio d’Europa da molti definita scherzosamente da ‘playstation’.

Booking.com