Disturbo di personalità paranoide

Il disturbo di personalità paranoide o anche detto PPD, e’ un disordine mentale che rende il
comportamento di una persona molto sospettoso. PPD diffida le motivazioni delle persone
intorno all’individuo affetto dal disordine e fa pensare a questo individuo che tutti gli altri
vogliano nuocere il sottoscritto. Le persone affette dal disordine non riescono a fidarsi degli
altri e sono sempre pronti a trovare significati minacciosi e avviliti nelle parole e nei
commenti delle persone intorno.

LE CAUSE

Le possibili cause di questo disordine sono una combinazione di fattori sia psicologici che
biologici. E’ più facile che si presenti in individui di famiglie con una storia di schizofrenia e
disturbi che presentano allucinazioni. Un’altra causa possibile e’ la presenza di un trauma
durante l’infanzia di una persona.

I SINTOMI

La persona affetta e’ sempre in guardia, dubita l’impegno con altre persone, non perdonano, portano rancore, sono ostili e testardi nei loro pensieri, non accettano le critiche degli altri, sospettano permanentemente, trovano problematico lavorare con altre persone e hanno problemi a rilassarsi.
Se la persona affetta dal disordine, oltre a questo possiede anche depressione o problemi di
ansia, queste possono peggiorare i sintomi della personalità paranoide.

TRATTAMENTI E TERAPIE

Le persone con PPD, hanno generalmente difficoltà ad accettare il fatto di essere affetti dal
disordine, non vedono i loro sintomi come problematici e rifiutano quindi di ricevere aiuto da professionisti, motivati alla negligenza dalla loro mancanza di fiducia nei confronti degli altri.
Se questi accettano la loro condizione e di richiedere trattamenti, talk therapy e psicoterapia sono le due terapie più efficaci. La psicoterapia si concentra su coping skills cioè’ strategie, capacità di gestioni dei problemi, si focalizza anche sul migliorare le interazioni sociali dei pazienti, le loro abilità comunicative e la loro autostima.
La medicazione non e’ necessariamente utilizzata per trattare il disordine ma la depressione
e l’ansia che affetta queste persone nel caso in cui sintomi sono estremi. Esempi del tipo di
medicazione che viene utilizzata sono: antidepressivi, benzodiazepine e antipsicotici.
Il Benzodiazepine e’ utilizzato soprattutto per incitare il sonno e per ridurre l’ansia. Esso
aiuta a trattare i sintomi come agitazione da mancato sonno, ed interrotti pensieri. La
medicazione se utilizzata e’ generalmente temporanea in modo da evitare e ridurre il rischio di dipendenza. Alcuni esempi di Benzodiazepine sono: Xanax, Librium e Valium.
Secondo il National Epidemiologic Study of Alcohol Related Conditions, 9.2 milioni di
persone nel mondo hanno PPD.
Alcuni studi sul disordine hanno mostrato che ne esistono diverse tipologie, tra cui :
paranoide ostile che comprende aspetti compulsivi, paranoide fanatica la quale comprende
caratteristiche narcisistiche, paranoide maligna che si presenta con caratteristiche sadiche,
così come queste tante altre.
E’ difficile individuare il disordine perché’ i sintomi di esso vengono spesso confusi per il tratti caratteristici della personalità’ di queste persone, sia da loro stessi che dalle persone che stanno intorno a loro.

Il presenta articolo non ha carattere scientifico. S’invita pertanto a verificare le informazioni ivi contente consultando un medico specialista.