Furti nelle case, molte le città Italiane prese di mira

Quello dei furti in casa è un tema molto sentito e sensibile e può toccare ognuno di noi in maniera indistinta; non si può prevedere ne quando, ne come, ma da un momento all’altro possiamo trovarci a dover fronteggiare questa possibile e spiacevole situazione.

La situazione in Italia si sta uniformando, nessuna città rimane esclusa, sia le città più grandi, sia i piccoli centri abitati vengono presi di mira ogni giorno; negli ultimi dieci anni l’incidenza dei furti in casa è tristemente raddoppiata e le città più colpite da questo fenomeno sono Torino, Milano e Roma. Inoltre, secondo alcuni dati riportati dall’Osservatorio Nazionale per la Sicurezza dei Cittadini Italiani, il fenomeno dei furti all’interno delle abitazioni è cresciuto in maniera esponenziale in città più piccole come Udine e Mantova, dove viene attestato un aumento di circa il 250%; nella provincia di Forlì Cesena invece, dal 2008 ad oggi, i furti in casa hanno subito un incremento del 320%.

Osservando i dati allarmanti di queste statistiche, si potrebbe pensare che nessuna città italiana viene completamente esclusa e che la sicurezza all’interno delle mura di casa propria non è più del tutto scontata. Riportando ciò che è stato riscontrato dall’Osservatorio Nazionale per la Sicurezza dei Cittadini Italiani,le case e gli appartamenti sono diventati il bersaglio preferito dai malviventi, anche di quelli meno esperti; questo in grandi linee perché il furto in case e appartamenti non richiede specifiche competenze ed inoltre è difficile che il ladro entri in contatto con la vittima.

Inoltre, con la crisi economica subita dal nostro Paese, molte persone si sono viste obbligate a tenere in casa denaro ed oggetti di valore, diventando così prede molto appetibili per ladri e ladruncoli. Per difendersi da queste incresciose e spiacevoli situazioni, la prima cosa a cui si pensa è quella di installare un’allarme in casa; questo potrebbe fare da deterrente a chi nutre cattive intenzioni. Siccome il problema dei furti in casa non è più circoscritto ad alcune città o a zone disagiate, ma sta diventando una vera e propria emergenza nazionale, installare un sistema di allarme in casa è un chiaro invito rivolto ai possibili ladri, di cercare altri bersagli. Solitamente nessun malvivente entra all’interno di un’abitazione con lo scopo di farsi scoprire, quindi installare un sistema di allarme in casa è sempre un buon metodo di protezione.

Per installare un sistema di allarme in casa propria va innanzitutto deciso quale dispositivo si vuole attivare; in commercio sono disponibili sistemi di ogni tipo, dal più semplice e meno costoso, fino a quelli più tecnologici dotati di webcam che ci permettono di osservare l’interno di casa da un’applicazione sul telefono. Inoltre per proteggersi dall’eventualità di furti in casa si possono adottare alcuni accorgimenti, come ad esempio lasciare una luce accesa quando si è fuori casa, cercare di illuminare l’esterno il più possibile ed evitare di far crescere alberi e siepi, sui quali i ladri potrebbero arrampicarsi, vicino a terrazzi e finestre.
Sarebbe opportuno anche non nascondere soldi ed oggetti di valore in cassetti, armadi o sotto tappeti perché sono i luoghi dove i ladri vanno a cercare per primo; una buona abitudine sarebbe anche quella di non postare sui propri profili social, orari e date in cui si parte per le vacanze, infatti molte gang di ladri si affidano proprio a questo meccanismo per cercare case vuote per giorni.

Non c’è nessuna soluzione, purtroppo in grado di proteggere del tutto la nostra casa dall’attacco dei malviventi, ognuno di noi potrebbe diventare vittima di un furto; per questo motivo installare un allarme in casa sta diventando sempre più indispensabile. Questo, almeno in parte potrebbe proteggerci da potenziali incursioni, o almeno farci sentire al sicuro all’interno delle mura di casa propria; come consigliano anche polizia e forze dell’ordine, nel caso in cui ci si trovi faccia a faccia con il ladro entrato in casa non è consigliato cercare di affrontarlo, ma fargli capire in qualche modo che ha una via di fuga.

Nessun ladro ha l’intenzione di venire scoperto, quindi fare rumore e cercare di farlo scappare potrebbe essere un buon metodo per non arrivare ad un contatto fisico che potrebbe avere tragiche conseguenze.

You May Also Like

About the Author: Redazione