Pianificare il budget per una campagna SEO

consulenza SEO

Lo scopo di questa guida è quello di aiutarti a capire come la SEO è cambiata, quali sfide dovrai affrontare nel 2018 e come determinare il giusto valore da investire per raggiungere i tuoi obiettivi di business.

Analisi e definizione degli obiettivi

Il tuo primo passo dovrebbe essere quello di analizzare ciò che è stato fatto nel 2017, e che risultati ha portato. Il budget dell’anno scorso può essere un modello di partenza per il budget di quest’anno; ad esempio, se ti sono piaciuti i risultati, ma desideri di più per quest’anno, aumenta l’importo di una percentuale proporzionale ai guadagni desiderati. Se ritieni di aver perso soldi, prendi in considerazione la possibilità di riproporzionare la spesa verso attività che danno frutti diversi.

Dovresti anche dedicare del tempo a definire degli obiettivi per la tua campagna SEO; ad esempio, se stai cercando di aumentare il traffico di una certa quantità, puoi utilizzare i dati storici o casi di studio da fonti esterne per capire quanto avresti bisogno di spendere per raggiungere quei risultati. Se stai cercando di superare un concorrente, il budget potrebbe dover essere più elastico.

Produzione di contenuti

Il prossimo step è quello di distribuire il budget in aree specifiche, in modo da massimizzare le prestazioni e avvicinarsi agli obiettivi finali. Nel 2018, il contenuto rimane fondametale per la SEO, ma dovrai allocare il budget in modo intelligente per rimanere al passo con i tempi:

  • Qualità e originalità: Il content marketing è fiorito da anni e milioni di marchi e individui pubblicano costantemente contenuti per raggiungere il loro pubblico. Se vuoi avere una possibilità di emergere, dovrai investire in risorse senior per creare il miglior contenuto possibile. È meglio investire una porzione maggiore del budget in un numero minore di pezzi di contenuto, purché siano di qualità proporzionalmente più elevata; l’abbondanza di articoli di qualità inferiore si fondono solo come rumore bianco. Non aver paura di pagare un euro in più per contenuti migliori, sarà ben speso.
  • Video: Il traffico video è cresciuto considerevolmente, anno dopo anno, per oltre un decennio. Entro il 2021, si prevede che fino all’82% di tutto il traffico web sarà destinato ai video. Se vuoi raggiungere il tuo pubblico in modo pertinente, almeno parte del budget dei tuoi contenuti dovrebbe essere dedicato alla produzione e alla distribuzione di video.
  • Promozione: Il sogno è quello di avere dei contenuti così unici che i lettori non possono fare a meno di condividere, e  che si diffonda viralmente in maniera naturale ed organica, facendo guadagnare al tuo brand l’attenzione che merita. Sfortunatamente, raramente risulta essere così. Se vuoi che i tuoi contenuti abbiano successo e vuoi ottenere più link, dovrai dedicare parte del tuo budget alla promozione di tali contenuti, attraverso canali social, comunicati stampa e possibilmente anche advertising.
  • Mobile: Infine, assicurati che tutti i tuoi contenuti siano fruibilida dispositivi mobili. Nel 2015, il traffico mobile ha superato il traffico desktop per volume e da allora la sua quota è ulteriormente cresciuta. Non puoi più riuscire a colpire esclusivamente gli utenti desktop.

Targeting

Quando decidi gli obiettivi specifici per la tua campagna (e quindi la destinazione per le tue spese), dovresti prendere in considerazione i seguenti punti:

  • Ricerche vocali: Tra il 2008 e il 2016, le ricerche vocali si sono moltiplicate di 35 volte. Quest’anno, gli altoparlanti intelligenti hanno ampliato ulteriormente la ricerca vocale. Assicurati di prendere in considerazione la ricerca vocale, con le sue query più complesse e conversazionali e l’interfaccia senza schermo. Una migliore ricerca per parole chiave long-tail e l’ottimizzazione degli snippet in primo piano sono ottimi strumenti.
  • Comprendere le esigenze degli utenti: Il pubblico richiede contenuti sempre più personalizzati e mirati. Metti da parte alcuni soldi per eseguire ricerche di mercato più approfondite o intervista i tuoi lettori in modo da poter creare contenuti appositamente per loro.
  • Local Search: La ricerca locale sta diventando sempre più gratificante per le aziende che la perseguono. Se la tua attività svolge attività sul territorio, consider un’investimento specifico nell’ottimizzazione delle tecniche di local-seo.

Link Building

Nonostante tutti i progressi dell’algoritmo di Google e le nuove tattiche dei professionisti SEO, la generazione di link è una necessità per una campagna SEO di successo e dovrebbe rappresentare una quota significativa del budget. Senza impegnarsi in una campagna manuale di link building, non sarai in grado di aumentare direttamente l’autorevolezza del sito e raggiungere posizionamenti miglori.

Assicurati di dedicare risorse sufficienti per ottenere almeno un numero elevato di link autorevoli ogni mese, indipendentemente dai tuoi obiettivi.

Massimizzare il budget

Nel complesso, dovresti cercare di spendere almeno qualche migliaio di euro l’anno, anche se hai una piccola impresa; questo dovrebbe darti una soglia minima di qualità e quantità di contenuti e permetterti di rimanere competitivo con alcuni dei tuoi più grandi concorrenti.

Tuttavia, una delle più grandi variabili nel tuo successo SEO non è legata a quanto spendi, ma piuttosto come lo spendi. Ad esempio un budget di 1.000 euro sprecato per 100 contenuti di bassa qualità e strategie obsolete è inutile, mentre 1.000 euro spesi per 2-3 link autorevoli, potrebbero dare un enorme spinta alla tua campagna.

Quando elabori un budget per la tua campagna SEO, assicurati di farlo basandoti sul supporto di collaboratori esperti, una agenzia SEO o consulenti che siano in grado di darti il miglior ROI possibile. E sopratutto pianifica il tutto sulla base della analisi dei dati.

Booking.com