Il Google Cloud Summit torna anche nel 2018

Dopo il successo dello scorso anno, il Google Cloud Summit è diventato uno degli eventi più attesi nel panorama informatico, in grado di suscitare l’interesse di una platea vastissima di esperti del settore, business man ed ingegneri informatici, ma anche di curiosi ed appassionati all’universo digitale che vogliono tenersi aggiornati sulle ultime tendenze in fatto di innovazione e sviluppo del Cloud.

Il Google Cloud Summit dello scorso anno ha visto la partecipazione, tra professionisti accreditati del settore e appassionati, di oltre 1500 persone e ci si aspetta un’affluenza anche maggiore per l’edizione di quest’anno. La struttura che ospiterà l’evento è il MiCo di Milano, in zona Milano Fiera ed è adeguatamente attrezzata per accogliere la moltitudine di persone che, si presume, parteciperà al meeting. A Milano è praticamente già tutto pronto; il Google Cloud Summit prenderà il via al mattino di Giovedì 24 Maggio e la scaletta degli interventi è davvero ricca.

Lo sviluppo del Cloud sempre più al centro delle attenzioni delle aziende

Ma la convention non sarà soltanto un momento per condividere idee e e intercettare gli interessi delle aziende, anzi uno dei momenti principali sarà l’annuncio del raggiunto accordo di partnership tra Google Cloud e Innovaway, per tramite della sua controllata P&A Solutions. Innovaway è un affermato gruppo di informatici, attivo in tutta Italia e con la sua sede principale a Napoli – nello storico quartiere di Soccavo – ma che ha aperto poli in altre grandi città come Torino, Palermo e Milano. L’azienda è attiva nella progettazione di sistemi di service management per aiutare principalmente le grandi aziende a gestire le loro risorse interne, ovvero i dipendenti. Grazie alle innovazioni implementate nei suoi sistemi SAP Innovaway è riuscita a cambiare completamente le modalità di interazione e comunicazione tra le aziende servite e i loro clienti interni. Le esigenze informatiche e di infrastruttura delle aziende vengono sempre valutate con estrema attenzione e il ritorno in termini di immagine per l’azienda le ha permesso di diventare leader nel settore, catturando l’interesse di nuovi clienti e di svariati investitori. Per questa ragione la partnership con Google Cloud è ancora più importante; nel mondo delle imprese sempre più spesso si avverte l’esigenza di digitalizzare alcuni processi, sia per snellirli che per abbatterne i costi e l’utilizzo delle tecnologie messe a disposizione da Google va proprio in questo senso: semplificazione ed innovazione sono due pilastri della mission aziendale del grande colosso informatico. In un mondo in cui fare business non può prescindere da un buon posizionamento dal punto di vista dell’information technology, potersi affidare ad un partner qualificato costituisce una vera e propria marcia in più.

Di cosa si parla al Google Cloud Summit?

Ma quali sono i temi che verranno affrontati nel corso della convention? Trattandosi di un incontro rivolto prevalentemente a canalizzare l’interesse verso il mondo dell’information technology, le tematiche che verranno trattate dai vari relatori nel corso del meeting verteranno principalmente su questa materia e sulle sue implicazioni. Si passerà, ad esempio, dall’analisi dell’attuale infrastruttura degli strumenti di produttività aziendale fino ad arrivare alla proposta di alternative realmente convincenti per abbandonare il vecchio modo di fare business e dedicarsi maggiormente ai nuovi luoghi digitali. Si parlerà di applicazioni che aiutano i dipendenti nella gestione del loro lavoro quotidiano e delle partnership di successo già avviate con importanti brand internazionali, come Alstom, Alleanza e Sky. Altre tematiche importanti saranno quelle che riguarderanno l’analisi e la gestione dei big data a scopi di marketing, nell’ottica di creare sistemi di promozione sempre più efficaci e meno invasivi per gli utenti.

Ma oltre ai vari interventi previsti durante il corso della giornata, il Google Cloud Summit è un’occasione per il colosso informatico, di tessere ancora meglio la sua rete di relazioni industriali e far conoscere in maniera precisa i campi di applicazione delle nuove tecnologie; per intrattenere gli ospiti sono previste oltre trenta sessioni contemporanee di strategia di comunicazione, vision e digital transformation, grazie alle quali apprendere i segreti del mondo che si evolve.

La scaletta della giornata

Nel corso della giornata, che si preannuncia particolarmente ricca di spunti interessanti, si alterneranno a ritmo quasi serrato una moltitudine di relatori, tra i quali il Country Manager del gruppo Google in Italia Fabio Fregi, a cui toccherà aprire la convention con il discorso iniziale; assieme a lui sul palco saliranno per primi altri heaad officer del gruppo Google oltre che ad alcuni importanti partner commerciali, come Fabio Veronese, capo del settore tecnologico di Enel e Lorenzo Gubian, di Azienda Zero, realtà innovativa della regione Veneto. Il meeting inzierà alle 9.30 e i primi interventi si susseguiranno sino alle 11.00, quando è previsto il primo break di venti minuti. La seconda parte della mattinata, dalle 11.20 alle 12.05 sarà dedicata ad analizzare gli ultimi sviluppi in tema di intelligenza artificiale applicata alla business analisys, mentre il restante tempo prima della pausa pranzo sarà dedicato alle modalità con le quali le aziende possono intraprendere un percorso di ammodernamento e di sviluppo delle loro tecnologie. Durante il corso del pomeriggio, diversi partner commerciali racconteranno la loro esperienza di successo in collaborazione con Google Cloud; la serata si concluderà con un cocktail di commiato, dalle 18.30 alle 19.30.

Booking.com