Come la tecnologia ha trasformato i viaggi d’affari

Se il termine “nomade digitale” ti sta diventando più familiare, potrebbe esserci una ragione. I viaggiatori d’affari trovano molto più facile rimanere produttivi mentre viaggiano per lavoro e cercano attivamente modi per uscire dall’ufficio.

Un recente studio ha rilevato che la tecnologia ha notevolmente contribuito alla produttività mentre i membri dello staff sono lontani dall’ufficio.

Un numero impressionante di viaggiatori d’affari, l’88%, ritiene che viaggiare sia più facile, mentre il 78% cerca online opportunità di viaggiare per lavoro. Il 72% dei viaggiatori d’affari afferma anche che viaggiare per lavoro è stimolante.

Con i viaggiatori aziendali che portano più dispositivi con loro, la tecnologia contribuisce a questo trend, consentendo loro di essere più produttivi mentre sono fuori dall’ufficio.

 

I dispositivi chiave sono tablet, laptop e lo smartphone, che è “uno strumento di viaggio di cui non possono fare a meno”: l’80% dei viaggiatori d’affari si affida al proprio smartphone per condurre affari.

“Il viaggiatore d’affari può essere molto più produttivo di cinque anni fa grazie alla tecnologia”, ha dichiarato Simon Nowroz, responsabile marketing di Carlson Wagonlit Travel.

“Pensa alle anticipazioni in cui un viaggiatore d’affari aveva così tanto tempo libero tra un volo, un taxi e un hotel. Ora possono accedere e lavorare mentre sono in aereo o ovunque si trovino. Con la continua diffusione del tablet e di numerose app, i viaggiatori non si sentono mai fuori dal mondo del business “, ha aggiunto Nowroz.

I viaggi di lavoro hanno anche grandi benefici per i membri dello staff e per le aziende. Lo studio ha rilevato che le relazioni basate sul lavoro e la produttività sono state rafforzate: quasi nove su 10 hanno affermato che il viaggio ha contribuito a creare conoscenza e prospettiva.

L’80% dei viaggiatori d’affari intervistati ha affermato che i viaggi di lavoro hanno aumentato la loro produttività, mentre il 93% ha dichiarato che i vantaggi dei viaggi d’affari superano quelli negativi quando si tratta di rapporti di lavoro. Il 77% ha detto lo stesso per quanto riguarda le relazioni a casa.

Come restano connessi? Il 44% usa la posta elettronica. Il 24% chiama e il 14% preferisce i messaggi di testo.

Rimanere in contatto con i propri cari è più intimo: il 44% chiama a casa, il 24% usa Skype e il 17% indica che l’SMS è il metodo di comunicazione preferito.

Mentre la sensazione generale sui viaggi d’affari è positiva, nel sondaggio sono state identificate due aree di preoccupazione: due terzi (67%) dei viaggiatori ritengono che viaggiare sia più sicuro oggi. Tuttavia, quasi la metà degli intervistati (46%) rimane preoccupata per la loro sicurezza.

Booking.com