Londra, i luoghi del rock e della musica della capitale inglese

Londra, Inghilterra, Regno Unito, Europa, Mondo. Londra, la swinging London, il centro di mode, tendenze, stili e musica, tanta musica.

A Londra sono passati cantanti, artisti, musicisti di ogni genere e stile, qui si è fatta la storia della musica e del rock. London calling? Noi rispondiamo proponendovi una tour attraverso luoghi legati al mondo della musica.

Ricordandoci di guardare prima a destra e poi a sinistra, attraversiamo le famose strisce pedonali di Abbey Road, quelle sulla copertina dell’omonimo album dei Beatles del 1969. Sono proprio davanti agli Abbey Road Studios, studi di registrazione nei quali hanno lavorato innumerevoli artisti anche dei giorni nostri (Cesare Cremonini, ad esempio, vi ha registrato il suo album Maggese). Siamo nella zona a nord-ovest del centro di Londra, non lontani da Regent’s Park e da Maida Vale. Le fermate metro più vicine sono quelle di St. John’s Wood sulla Jubilee Line e Maida Vale, sulla Bakerloo Line.

Ci spostiamo a sud del Tamigi e proprio sulla sponda del fiume – dal lato opposto a zone in come Chelsea e Pimlico – non lontano da Victoria Station si erge la Battersea Power Station, ex centrale termoelettrica in disuso (e nuova sede di appartamenti di lusso) che campeggia sulla copertina di Animals dei Pink Floyd, con il suo corpo in mattoni e le sue quattro ciminiere bianche.

In zona Earl’s Court, nel quartiere di Kensington, al numero 1 di Logan Place c’è Garden Lodge, la casa dove Freddie Mercury visse e morì il 24 novembre 1991. Sarà che la strada è stretta, sarà la vegetazione o il muro di cinta, ma della casa si vede ben poco. Il muro esterno e il piccolo portoncino verde sono diventati luoghi di culto per i fan dei Queen e di Freddie: le innumerevoli scritte (moltissime cancellate) sono la testimonianza dell’amore del suo pubblico e di ciò che ha lasciato in eredità il leader dei Queen.

A circa due chilometri dalla casa di Freddie, al 22 di Lansdowne Crescent in zona Notting Hill, si trova il Samarkand Hotel, dove Jimi Hendrix fu trovato morto la mattina del 18 settembre 1970 (anche se alcune versioni dicono sia morto in ambulanza, nel trasporto in ospedale).

Ora siamo in Berwick Street, a Soho: questa è la strada che compare sulla copertina del secondo album degli Oasis (What’s the Story) Morning Glory, pubblicato nel 1995. Aperto nel 1965 ad Oxford Street, poi dal 1964 al numero 90 di Wardour Street a Soho e dal 1988 a Charing Cross Road, il Marquee Club è la storica venue nella quale si sono esibite le più grandi band inglesi e che ha ospitato il primo concerto dei Rolling Stones nel 1962. Era una delle location più importanti per gli artisti e le band inglesi emergenti tra gli anni ’60 e ’70: sono passati per il Marquee David Bowie, i Queen, gli Who, i Led Zeppelin, Jimi Hendrix; più recentemente (o quasi…) hanno suonato al Marquee i Clash, i Police, i Cure e i Sex Pistols.

Booking.com